e...

e...
sempre

lunedì 13 febbraio 2012

lui

Mi sveglio e prima ancora di pensare so che non c'è. Divago e mi trattengo ai margini di quel clou. Alzata, lavata e, stavo per scrivere, stirata; ma non è vero perché sono riccia, osservo il nulla. Più tardi, al supermercato, una forza ultraterrena, ho pochi soldi, mi spinge nel settore libri dove mi perdo. Il tempo batte in altro modo ed è una bella sensazione. Scelgo due Titoli in offerta speciale. Uno stava nascosto e incastrato tra altri, in pratica l'ho dissepolto ma so che è quello che mi serve, subito. A sera lui c'è, il libro nuovo, ed è in compagnia e anche il giorno dopo. Il vuoto sparisce. Un nuovo amico scrittore da esplorare.

Nessun commento:

Posta un commento